Diventa insegnante in Romania

ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO (TFA) IN ROMANIA

In Romania l’intero percorso didattico ha subito negli ultimi anni un importante cambiamento e adattamento alle nuove direttive comunitarie in materia, sviluppando un iter altamente formativo e specializzante con titoli direttamente riconosciuti in tutta la U.E., difatti, in applicazione della direttiva 2005/36/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo n. 206 del 6 novembre 2007 è possibile presentare richiesta di riconoscimento per le professioni di:

Il riconoscimento può essere richiesto per gli insegnamenti per i quali l’interessato sia legalmente abilitato nel Paese che ha rilasciato il titolo ed a condizione che tali insegnamenti trovino corrispondenza nell’ordinamento scolastico italiano (professione corrispondente). Per formazione regolamentata, si intende la formazione che porta al conseguimento di un titolo (formazione teorico-pratica, disciplinare e didattico-pedagogica) che, in base alle norme del Paese ove è stato conseguito o riconosciuto, consente l’esercizio della professione quale docente abilitato all’insegnamento. Il titolo deve, quindi, attestare una formazione professionale completa, sanzionata nelle forme di legge (esame finale, tirocinio, ecc.), al cui possesso la legislazione del Paese che lo ha rilasciato subordina l’esercizio dell’attività in qualità di docente abilitato.

Sempre ai fini del corretto riconoscimento della professione è previsto il possesso della conoscenza linguistica. L’art. 4 della Direttiva 36/2005/CE e l’art. 7 del relativo decreto legislativo nazionale di attuazione n. 206/2007 prevedono, che per l’esercizio della professione, i beneficiari del riconoscimento delle qualifiche professionali devono possedere le conoscenze linguistiche necessarie. Per conoscenza linguistica necessaria si intende la conoscenza della lingua dello Stato ospitante di livello coerente con la natura della professione che si intende esercitare.

Per esercitare la professione di docente è indispensabile una conoscenza della lingua italiana appropriata in quanto le conoscenze linguistiche fanno espressamente parte della professione stessa, naturalmente la questione non sussiste per i cittadini italiani.

Qualora dall’esame della domanda emerga che non vi è completa corrispondenza tra la formazione professionale richiesta in Italia e quella posseduta dall’interessato, la Direzione Generale richiederà il superamento di una prova attitudinale o la frequenza di un tirocinio di adattamento presso istituzioni scolastiche italiane. Il riconoscimento avviene su richiesta individuale e la formazione professionale è soggetta a una procedura di verifica.

Prova attitudinale:

si articola in una prova scritta/pratica e orale o in una prova orale. Consiste in un esame volto ad accertare le conoscenze professionali del richiedente, effettuato allo scopo di valutarne l’idoneità ad esercitare la professione di docente. Le materie su cui svolgere l’esame sono scelte in relazione al confronto tra la formazione richiesta sul territorio nazionale e quella posseduta dal richiedente.

Tirocinio di adattamento:

consiste nell’esercizio in Italia della professione regolamentata corrispondente a quella per la quale è richiesto il riconoscimento. Il tirocinio si svolge per un periodo non superiore a tre anni, sotto la responsabilità di un professionista qualificato, accompagnato eventualmente da una formazione complementare.

Per consultare la pagina dedicata, sulla quale sono anche pubblicati periodicamente i Decreti di riconoscimento, visita il sito www.miur.it

L’interessato deve:

Che cosa offriamo per conseguire finalmente il titolo di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di istruzione secondaria?

Principalmente forniamo una assistenza e consulenza altamente qualificate nello studio ed utilizzo a nostro interesse della normativa nazionale e comunitaria che ha come scopo il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento in Romania ed il riconoscimento del suddetto titolo in Italia.

Per maggiori informazioni, non esitare a contattarci!